CHE COSA E’ LA DEMENZA

La demenza è un deficit di memoria associato ad altri deficit neurologici che compromettono la vita di relazione della persona.

Secondo il Manuale diagnostico e statistico utilizzato a livello internazionale (DSM IV) si parla di demenza in presenza di

A) Deficit cognitivi multipli caratterizzati da:

compromissione mnesica (deficit delle abilità ad apprendere nuove informazioni o a richiamare informazioni precedentemente apprese)

uno (o più) dei seguenti deficit cognitivi:

# afasia (disturbi del linguaggio)
# aprassia (disturbi ad eseguire attività motorie nonostante l’integrità della comprensione e della motricità)
#agnosia (incapacità a riconoscere o identificare oggetti in assenza di deficit sensoriali)
#deficit del pensiero astratto e della capacità critica (pianificare, organizzare, fare ragionamenti astratti)

B) In deficit cognitivi dei criteri A)1 e A)2 interferiscono significativamente nel lavoro, nelle attività sociali e nelle relazioni con gli altri, con un peggioramento significativo rispetto al precedente livello funzionale.

C) I deficit non si manifestano esclusivamente durante un delirium.

Esistono diversi tipi di demenza:

1) DEMENZE VASCOLARI ISCHEMICHE conseguenti ad ictus

2) DEMENZE DEGENERATIVE: in queste forme di decadimento cognitivo le cellule neuronali degenerano in modo progressivo e ineluttabile. Fanno parte delle demenze degenerative:

3) DEMENZA DI ALZHEIMER 

DEMENZA FRONTE TEMPORALE DI PICK

DEMENZA CORPI DI LEVY

DEMENZA ASSOCIATA AL PARKINSON

IDROCEFALO

 

HOME