ciclamino

IL CICLAMINO.ORG

Alzheimer: L'alzheimer e i suoi volti

 
 

 

L'alzheimer e i suoi volti

"Le persone affette da demenza vagano nel tempo come nomadi sospesi tra il passato e il futuro, senza né un inizio né una fine". In questa condizione umana, gli occhi e le espressioni sono forse l'unica strada per catturare l'identità. È quello che ha fatto il fotografo olandese Alex ten Napel nel progetto fotografico intitolato "Alzheimer". "Questa malattia  -  dice  -  mostra l'esistenza umana senza filtri: straziante, fragile e delicata in tutti i suoi dettagli. Ci sono molte più somiglianze che differenze con le nostre vite di quanto si possa pensare. Tutti proviamo tristezza, gioia, paura e disperazione. I malati di Alzheimer provano le stesse nostre emozioni, la differenza è che questi sentimenti li confondono e ci confondono". Alex vive e lavora ad Amsterdam.

 

Per realizzare la serie di ritratti si è trasferito in una casa di cura, ha preso in affitto una stanza e l'ha trasformata in uno studio fotografico. "Per realizzare un solo scatto ho impiegato anche più di un'ora", racconta spiegando che la maggior parte del tempo lo ha trascorso nel salotto accanto agli anziani, parlando con loro, studiandone i gesti, le espressioni e la postura. Poi ha portato nella sua stanza-studio sedie e poltrone a cui erano abituati: "Mi sono seduto davanti a ognuno di loro e ho aspettato l'attimo in cui l'espressione del viso e la postura si fondessero in un ritratto perfetto"

Photo courtesy of Alex ten Nape
l

foto  alzheimer

 

I VIDEO REALIZZATI DALLE FAMIGLIE IN CERCA DI AIUtO


Questo video racconta l'esperienza di Manuela Valletti, la presidente della nostra Associazione accanto a papà Ferdinando e introduce il suo libro "Papà mi portava in bicicletta

"

Il video e il libro hanno ispirtato ll convegno di Vicenza: "Alzheimer: ma chi l'ha detto che non c'è nulla da fare!"da quel Convegno tanto interessante, riprendiamo l'intervento illuminante del Dott. Giovanni Rinoldi.
Lo facciamo nostro perchè rappresenta un modo vincente di approcciarsi al vostro caro malato di Alzheimer. Ricordatevi che la malattia di Alzheimer non è guaribile, ma è curabile.Attraversare il dolore per vivere una relazione vera e ricca di senso
come affrontare la malattia, relazione del dott. Rinoldi la riabilitazione cognitiva
un nuovo servizio pr voi
ASSOCIGIONE ALZHEIMER TOLENTINO E ALZHEIMER, CHI LO DICE CHE NON SI PUO' FARE NULLA... Questi due gruppi nati su FB per dare aiuto ai parenti e alle loro famiglie hanno realizzato questo vdeo che merita di essere diffuso, si chiede aiuto alle istituzioni, si chiede competenza, assistenza, luoghi idonei, amore nei nosocomi, AIUTATECI a DIFFONDERLO!
HOME